Good Match. Per una relazione virtuosa tra formazione e mercato del lavoro

Fondazione G.Feltrinelli – Fondazione Italiana Accenture

Scarica la pubblicazione: Good Match

Scarica la pubblicazione:
Good Match

In un’epoca in cui la filiera della formazione fatica a svolgere il proprio compito di inclusione e coesione sociale e di empowerment degli individui e in cui la rivoluzione tecnologica in corso genera incertezze e trasformazioni nel mercato del lavoro, Fondazione Italiana Accenture ha promosso, insieme a Fondazione G. Feltrinelli, un percorso di ricerca e approfondimento per riflettere su strategie e pratiche utili volte a migliorare l'incontro tra formazione e mercato del lavoro.

L’obiettivo dello studio è quello di riflettere non solo sull’occupazione, ma anche e soprattutto sulle competenze e capacità utili ai cittadini per progettare il proprio futuro.

“Quello che immaginiamo è un futuro dove le idee possano trovare nelle nuove tecnologie il loro più forte alleato.”

Diego Visconti, Presidente Fondazione Italiana Accenture

La collaborazione tra le due Fondazioni si è sviluppata a partire dal presidio di ricerca della Fondazione G. Feltrinelli sul Futuro del lavoro e dalle ricerche condotte da Accenture New Skills Now e Intelligent Technology meets human ingenuity to create the future workforce. Essa ha preso forma attraverso un percorso di ricerca, stakeholder engagement e dissemination articolato in tre principali tappe:

  • l’organizzazione di un incontro di ricerca nel mese di maggio 2018, con l’obiettivo di approfondire a livello scientifico i temi al centro delle due ricerche, con il coinvolgimento di rappresentanti del mondo accademico, esponenti del tessuto produttivo e protagonisti delle istituzioni;
  • l’organizzazione di un tavolo tematico nel corso della terza edizione del Jobless Society Forum afferente al tema delle competenze per identificare buone pratiche e raccomandazioni utili a garantire un processo di inclusione nel mercato del lavoro digitale e promuovere condizioni di coesistenza tra uomo e macchina all’interno delle organizzazioni;
  • l’organizzazione di un incontro pubblico presso la Science Gallery Venice, con funzione di dissemination dei risultati di ricerca emersi nell’ambito del percorso.

Dal percorso di ricerca è nata la pubblicazione Good match. Per una relazione virtuosa tra formazione e mercato del lavoro: un volume a più voci che intende restituire il senso di una riflessione condivisa con l’obiettivo di individuare risposte concrete già oltre la teoria. Tutti – lavoratori, imprese e istituzioni – possono cogliere le opportunità offerte dal progresso tecnologico per un mercato del lavoro più inclusivo, a partire dal confronto, dalla cooperazione e dal comune senso di responsabilità.

 

Scarica la pubblicazione:
Good Match

Gli autori

Massimilano Tarantino

Laureato in Giurisprudenza, lavora da una ventina d’anni nel mondo della comunicazione e delle relazioni istituzionali: per otto anni come giornalista e negli ultimi undici come responsabile ufficio stampa, communication manager o responsabile attività di comunicazione istituzionale per realtà pubbliche o private. Giornalista professionista, è stato collaboratore di diverse pagine culturali di testate del Gruppo Editoriale L’Espresso dal 1996 al 2003 e ha lavorato come programmista regista, autore di testi e speaker per diverse trasmissioni radiofoniche dei canali nazionali della RAI dal 1997 al 2001.

Andrea Zucca

Laureato in Management per l’Impresa all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, lavora da tre anni nel mondo delle Fondazioni. Precedentemente ha collaborato con Fondazione E4Impact e Fondazione Eni Enrico Mattei, dove ha svolto attività di incubazione e di ricerca sul tema della sostenibilità. Ha collaborato inoltre con network e organizzazioni delle Nazioni Unite per la promozione dei Sustainable Development Goals in Italia. Dal 2017 collabora con la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Diego Visconti

Presidente di Fondazione Italiana Accenture sin dalla sua costituzione nel 2002. Ha conseguito la laurea in Economia presso l’Università Bocconi di Milano e un Master in Business Administration alla Columbia University. Ha sviluppato la sua carriera professionale all’interno di Accenture, dove è entrato nel 1976 diventandone partner nel 1984. È stato Amministratore Delegato e presidente di Accenture SpA dal 1992 a Febbraio 2012. Ha ricoperto vari ruoli a livello europeo e globale tra cui i più significativi Global Group Chief Executive della divisione Comunication and High Tech dal 2002 al 2006 ed International Chairman dal settembre 2006 all’Aprile 2011. È stato membro del Global Executive Committee di Andersen Consulting e poi di Accenture,dal 1992, contribuendo alla grande trasformazione della Società nelle varie fasi del suo percorso.

Stefano Trombetta

Responsabile per l’Italia della Service Line Talent & Organization di Accenture Strategy. Ha maturato 20 anni di esperienza nel supportare il Top Management in programmi di trasformazione strategica, operativa e della workforce di grandi organizzazioni. I numerosi progetti svolti a fianco delle più̀ importanti Aziende nazionali ed internazionali hanno affrontato tematiche di consulenza direzionale ad ampio spettro: dall’efficienza commerciale a quella operativa, dallo sviluppo delle Risorse Umane alla gestione di programmi complessi di cambiamento e rinnovamento, dalla Strategia aziendale all’efficientamento dei processi e delle strutture aziendali.

 

Germano Paini

Sociologo dell’innovazione e data scientist. È Head of innovation and competitiveness dell’Università di Torino e direttore del Comitato scientifico dell’Istituto di Studi Avanzati - Scienza Nuova. Studia i fenomeni complessi. Sviluppa le opportunità e le implicazioni dei processi innovativi sulla società, sui mercati, sulle imprese, sul lavoro e sulle persone con particolare riferimento alle trasformazioni indotte dalla rivoluzione digitale. Coordina progetti di ricerca collaborativa con le imprese. Promuove e sviluppa la ricerca interdisciplinare. Ha ideato e implementato il Knowledge interchange come nuovo modello di interazione tra Università e territori. Coordina il progetto “Piemonte 2029” per la Strategia operativa relativa all’innovazione e allo sviluppo digitale del Piemonte. È coautore del saggio “Scienza Nuova. Ontologia per la trasformazione digitale” (2018).

Maurizio del Conte

Presidente della Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro-ANPAL e professore di Diritto del lavoro all'Università Bocconi. Già Direttore della Research Unit of Law and Economics Studies del Centro di Ricerca P. Baffi, è stato Visiting Professor alla University of Richmond, School of Law (USA) e alla Kobe University (Giappone). Membro della Policy Unit presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Consigliere giuridico del Presidente del Consiglio dei Ministri dal 2014 al 2016, membro del Comitato Scientifico per l'indirizzo dei metodi e delle procedure per il monitoraggio della riforma del mercato del lavoro presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, membro della Consulta degli Esperti costituita dal Presidente della Commissione Finanze della Camera dei Deputati, già consulente per le politiche del lavoro del Comune di Milano, avvocato cassazionista nel Foro di Milano.

Giancarlo Testaverde

Laureato in Ingegneria e con un master alla Bocconi, lavora da più di vent’anni nelle Operations spaziando dall’automotive, all’agriculture per approdare al biomedicale. Inizialmente ricopre il ruolo di responsabile della logistica, direttore di stabilimento, direttore delle operations e negli ultimi tre anni amministratore delegato. Ha lavorato in Italia e all’estero.

Stefano Laffi

Ricercatore sociale presso l’agenzia di ricerca sociale Codici (Milano). Ha collaborato con la Rai, Radio Popolare, oggi con le riviste “Lo Straniero” e “Gli asini”. Si occupa di mutamento sociale, culture giovanili, processi di emarginazione, consumi e dipendenze.

Il lavoro che mi aspetta –
Evento di presentazione della ricerca Good Match