Youth in Action for SDG's - IV Ed.

Vincitori del concorso Youth in Action for SDGs – Quarta Ed.

Youth in Action for Sustainable Development Goals – Edizione 2020 è la quarta edizione della call for ideas promossa da Fondazione Italiana Accenture, Fondazione Eni Enrico Mattei e Fondazione Allianz Umanamente, rivolta a giovani under 30.

Il concorso nasce dalla consapevolezza del potenziale trasformativo dei giovani a favore dell’implementazione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

La passione, l’energia e l’entusiasmo delle nuove generazioni sono il motore del cambiamento, per questo Youth in Action li chiama a confrontarsi in prima persona con le principali sfide economiche, sociali e ambientali che abbiamo di fronte, con l’obiettivo di elaborare soluzioni innovative, ad alto impatto sociale e tecnologico e di contribuire al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs).

I VINCITORI

YIA stage

Amicone - vincitrice Youth in Action, quarta edizione

Elisa Amicone

Sono appassionata di educazione e credo sia fondamentale adattarla ai bisogni della società. Ho conseguito il Master in International and Comparative Education presso la Stockholm University. Il mio progetto OhMyWork è un’applicazione pensata per migliorare la didattica, la formazione degli insegnanti e contrastare la dispersione scolastica.

Youth In Action è stata una bellissima occasione per mettere in moto le nostre idee, ma soprattutto un’esperienza di condivisione. Ci ha ricordato che esiste una realtà di giovani appassionati e motivati, che si impegnano per una società sostenibile.
leggi di più ˅
Bergamini - vincitrice Youth in Action, quarta edizione

Martina Bergamini

Sto conseguendo una laurea magistrale in Economics, Finance and International Integration. Dal mio interesse per la sostenibilità è nata PossibilitHub, una piattaforma digitale rivolta a studenti e giovani professionisti e volta a raccogliere opportunità educative e formative relative a temi di sostenibilità.

Youth In Action è stata per me un’occasione di confronto professionale e personale, in cui ho potuto lavorare al mio progetto seguendo consigli di professionisti e collaborando con altri giovani accomunati dalla passione per la sostenibilità.
leggi di più ˅
Bianchi - vincitore Youth in Action, quarta edizione

Andrea Bianchi

MSc in Scienze Agrarie, membro di Agroecology Europe e Climate-KIC Pioneer. Il mio progetto riguarda una piattaforma per supportare gli agricoltori nell’adozione di pratiche agroecologiche che consentano di incrementare lo stock di C nei suoli e la fertilità, mitigando il climate change e collegando le singole aziende a strumenti di Carbon Finance.

Essere nominato tra i vincitori di Youth in Action for SDGs è stata una grande soddisfazione e una meravigliosa occasione di crescita, personale e professionale. Felice di aver portato l’agroecologia e l’agricoltura sostenibile al centro del concorso.
leggi di più ˅
Bonanno - vincitrice Youth in Action, quarta edizione

Ilaria Bonanno

Sono laureata in Comunicazione strategica ed Experience Design, ma i precedenti studi filosofici hanno segnato il mio interesse per l’impatto del design delle tecnologie sulla società e sulla vita delle persone. FreeWatt è la mia proposta per innovare il mondo delle palestre ripensando il concetto di consumo e produzione energetica del corpo umano.

YIA è stato uno spazio unico di condivisione, crescita e contaminazione. In YIA si sente il fermento di una generazione che vuole cambiare le cose e ha le idee chiare per farlo. E’ stato un piacere e un onore essere parte di tutto ciò.
leggi di più ˅
Borghi - vincitrice Youth in Action, quarta edizione

Camilla Borghi

Laureata in Design del Prodotto Industriale a Ferrara mi sono specializzata in Design Sistemico presso Polito. Seguendo la mia passione per il design medicale ho presentato IKKI, un sistema di prodotti che possa aiutare i bambini con diabete di tipo 1 ad affrontare la quotidianità della malattia imparando a gestire la terapia consapevolmente.

Il concorso è stata una bella occasione di crescita e confronto con giovani che si sono messi in gioco per creare un futuro migliore. Un gruppo dinamico e stimolante con cui è stato possibile crescere sia a livello personale che a livello professionale.
leggi di più ˅
Carlino - vincitore Youth in Action, quarta edizione

Stefano Carlino

Studio Ingegneria Gestionale al Politecnico di Milano e mi sto specializzando in innovazione sociale. La mia idea è la creazione di una piattaforma di comunità volta a stimolare l’economia di prossimità, l’inclusione lavorativa e la mobilità sostenibile attraverso l’aiuto reciproco fra i soggetti più svantaggiati in seguito al lock-down.

Anche se in modalità a distanza il concorso è stato molto stimolante e formativo, soprattutto per me è stata un’occasione di crescita grazie alla possibilità di incontrare tanti giovani con cui confrontarsi su argomenti a cui tengo molto.
leggi di più ˅
Ismailaj - vincitore Youth in Action, quarta edizione

Enia Ismailaj

Studio Cyber Risk Strategy and Governance alla Bocconi. Sono sempre stata affascinata dall’interazione che si può creare tra gli esseri umani e la tecnologia, ed é proprio sulla scia di questa idea che é nato il mio progetto. “Terapia personalizzata” mira a sviluppare una forma di supporto in tempo reale ai soggetti fragili, ad alto rischio o coloro che soffrono di malattie croniche, sfruttando le capacità dei moderni e sempre più efficienti presidi digitali.

Youth in Action mi ha permesso di mettermi in gioco, di lavorare alla mia idea confrontandomi con altri ragazzi appassionati ai miei stessi temi e di conoscere persone fantastiche!
leggi di più ˅
Marchetti - vincitrice Youth in Action, quarta edizione

Chiara Marchetti

Studio Management in Università Cattolica. Cultura e sostenibilità sono i temi che più mi appassionano e vorrei facessero parte del mio lavoro. Il mio progetto, Lezioni di sostenibilità, mira a integrare nei percorsi didattici una materia sullo sviluppo sostenibile, con tante attività e una piattaforma multimediale per connettere tutte le scuole.

Sono molto grata per aver potuto partecipare a Youth in Action sia per essermi potuta confrontare con altri ragazzi motivati e interessati allo sviluppo sostenibile, sia per aver potuto arricchire le mie competenze e apprendere di più sugli SDGs.
leggi di più ˅
Marchioni - vincitrice Youth in Action, quarta edizione

Camilla Marchioni

Laureata in Management per l’arte, coltivo l’idea di cittadinanza culturale come strumento di inclusione e sviluppo sostenibile. Dall’incontro tra i miei valori e l’esperienza lavorativa nelle performing arts nasce la mia idea imprenditoriale: una piattaforma web per permettere alle persone con disabilità di ricercare attività culturali accessibili.

YIA è stato un importante banco di prova per il mio progetto, oltre ad un’occasione preziosa per valorizzare il mio percorso arricchendolo di spunti professionali e di scambi stimolanti con altri giovani appassionati di sviluppo sostenibile.
leggi di più ˅
Melani - vincitrice Youth in Action, quarta edizione

Laura Melani

Laureata cum laude in Economia Aziendale e in Cultural Economics and Management tra Italia, Australia e Germania, ho svolto uno stage nel settore luxury Made in Italy. Skill Sharing è un innovativo business model sociale pensato per colmare il gap italiano tra l’elevata presenza percentuale di micro, piccole e medie imprese e di NEET.

Sii il cambiamento che desideri vedere nel mondo. Youth in Action ha dato voce a quei giovani che credono in un cambiamento di paradigma a favore della sostenibilità sociale e ambientale. Adesso sta alle aziende investire su quei giovani.
leggi di più ˅
Mingo - VIncitore Youth in Action, quarta edizione

Filippo Mingo

Studente di ingegneria informatica all’Univpm, amante di scienza e tecnologia, esperto in sviluppo web e accanito lettore. Appunited tenta di sposarsi con l’attuale panorama di volontariato (veloce e senza impegno) e della sensibilizzazione ambientale, facilitando l’accesso ai contenuti tramite una semplice e intuitiva app.

Youth in Action ha permesso di dar voce a molti ragazzi sugli attuali goals per lo sviluppo sostenibile, fornendo un ambiente ricco di stimoli e di opportunità. Permettendo ai ragazzi di confrontarsi tra loro e con esperti nel settore, per migliorare sé stessi e quella che prima era una bozza della loro idea.
leggi di più ˅
Minotti - vincitore Youth in Action, quarta edizione

Niccolò Minotti

Mi chiamo Niccolò, ho 28 anni e tante passioni a cui dedicarmi. Studio e lavoro con impegno e occhio critico, sempre in cerca di dialogo e confronto. Amo la bicicletta e credo nella mobilità sostenibile. Per questo la mia idea scommette su una logistica last mile a due ruote innovativa e digitale, partner delle PMI delle nostre città.

YiA mi ha permesso di rielaborare la mia idea con metodo, collaborare con ragazze e ragazzi di assoluto valore provenienti da tutta Italia, avere accesso a suggerimenti e dritte utili e puntuali. YiA è stata una esperienza notevolmente formativa.
leggi di più ˅
Palmieri - vincitore Youth in Action, quarta edizione

Francesco Palmieri

Sono laureando in all’Università Bocconi, dove proseguirò i miei studi nel prossimo biennio studiando Amministrazione, Finanza e Controllo. Sono un avido lettore, appassionato di economia, di attualità, di politica e di ecologia. Il mio progetto è una proposta di investimento rivolta alle imprese operanti in Africa e volta al soddisfacimento del SDG7.

YIA mi ha dato l’opportunità di mettere in gioco le mie idee confrontandomi con altri giovani. Il workshop è stato un’esperienza indimenticabile ed estremamente formativa, sia dal punto di vista umano che dal punto vista accademico-professionale.
leggi di più ˅
Pingue - vincitore Youth in Action, quarta edizione

Benedetta Pingue

Laureanda del corso magistrale in Management presso la LUISS. Seguo diversi corsi presso l’ISPI poiché sono interessata ai progetti di sviluppo e cooperazione internazionale, alla sostenibilità e in generale ai progetti di utilità sociale. Be Conscious e Our Green City sono i due progetti vincitori che ho elaborato per il concorso YIA, il primo legato all’SDG 4 e il secondo al 3, all’8 e all’11.

L’esperienza di YIA è stata una sfida personale. All’insegna della collaborazione e caratterizzata da una partecipazione sempre attiva e stimolante, il concorso ha rappresentato anche una grandissima opportunità di confronto personale.
leggi di più ˅
Rinaldi - vincitrice Youth in Action, quarta edizione

Angela Rinaldi

Laureanda in Scienze Pedagogiche, ho ideato APParTENERE, un progetto che nasce dalla mia sensibilità per le disuguaglianze formative tra studenti italiani e stranieri. Si tratta di un’applicazione per le scuole volta alla costruzione di una rete di condivisione di servizi, basata sull’attivazione delle risorse di un’intera comunità scolastica.

Youth in Action ha rappresentato una ricca esperienza di crescita formativa: Fondazione Italiana Accenture mi ha dato l’opportunità di mettere in campo e sviluppare le mie competenze progettuali grazie all’incontro con professionisti e tutor esperti.
leggi di più ˅
Rinalduzzi - vincitrice Youth in Action, quarta edizione

Alice Rinalduzzi

Sono Dottoressa in Mediazione Linguistico Culturale, insegnante di italiano per stranieri e appassionata dei temi legati all’Agenda 2030. Il mio progetto si chiama A.g.i.Re – Giovani in rete per gli SDGs e consiste in una piattaforma mirata a censire, connettere e supportare le associazioni giovanili italiane che già si occupano di SDGs.

Grazie a Youth in Action è stata un’occasione unica di mettermi in gioco, concretizzare la mia idea e ricevere preziosi stimoli da molti professionisti e dalle idee degli altri ragazzi. In un momento difficile come questo non potevo desiderare di meglio!
leggi di più ˅

Premio SDSN

Lamanna - Vincitore Youth in Action, quarta edizione

Niccolò Lamanna

Laurea magistrale in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente presso l’Università Milano-Bicocca. Il progetto chiamato Cig-Cycle si pone l’obiettivo di recuperare selettivamente i mozziconi di sigaretta attraverso un modello di raccolta differenziata ricavandone un prodotto industriale secondario, reinserendolo nel ciclo economico come prodotto finito.

La partecipazione al workshop formativo svolto da remoto presso Fondazione Accenture è stata un’occasione di scambio di idee e di crescita personale; così da essere riassunta come un’esperienza unica e stimolante.
leggi di più ˅

YIA team

La Greca - vincitore Youth in Action, quarta edizione

Francesco La Greca

Precone - vincitrice Youth in Action, quarta edizione

Marianna Precone

Siamo Marianna e Francesco, due studenti rispettivamente presso la facoltà di Ingegneria chimica di Bologna e Ingegneria elettrica del Politecnico di Torino. Il nostro progetto nasce durante il lockdown trascorso insieme a Torino. L’idea è di coniugare sostenibilità ambientale e sviluppo sociale, creando coppette mestruali dagli scarti del caffè.

Partecipare al workshop assieme ai finalisti ci ha dato la possibilità di approfondire temi estranei al nostro percorso di studi tuttavia fondamentali in ambito lavorativo e permesso di conoscere i progetti che Lavazza sostiene in ambito umanitario.
leggi di più ˅
Cirone - vincitore Youth in Action, quarta edizione

Francesco Cirone

Petruzzelli - vincitore Youth in Action, quarta edizione

Mara Petruzzelli

Tura - vincitrice Youth in Action, quarta edizione

Matilde Tura

Dottorandi in Scienze e Tecnologie Agro-alimentari all’Università di Bologna. SusChainAbility, nasce dalla passione comune per il settore agroalimentare e per il suo sviluppo sostenibile e consiste in un ecosistema digitale che restituisce ad aziende e consumatori una valutazione quantificata ambientale e socioeconomica del prodotto alimentare.

Youth in Action ha rappresentato per noi un importantissimo strumento di crescita personale e lavorativa. Ci ha permesso di dar forma alle nostre idee, di metterci in gioco e di confrontarci con i nostri coetanei su temi chiave per il nostro futuro.
leggi di più ˅
back to top