Powercoders Milano

Powercoders, l’accademia di programmazione informatica per rifugiati, attraverso l’adesione al Manifesto per la Repubblica Digitale, entra a far parte dell’iniziativa strategica nazionale promossa dal Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri con l’obiettivo di combattere il divario digitale di carattere culturale presente nella popolazione italiana, per sostenere la massima inclusione digitale e favorire l’educazione sulle tecnologie del futuro, accompagnando il processo di trasformazione digitale del Paese. Sostanziale per il raggiungimento di tali obiettivi è l’attività della Coalizione Nazionale per le competenze digitali, composta da tutti i soggetti, pubblici e privati, che aderiscono al manifesto per la Repubblica Digitale, proponendo azioni concrete, capaci di produrre risultati misurabili e quantificabili.

Powercoders darà il proprio contributo nell’area dello sviluppo di competenze digitali per il lavoro, impegnandosi attraverso una continua progettualità nel sostegno ai principi di educazione digitale, cittadinanza digitale, digitale etico, umano e non discriminatorio presenti nel Manifesto.
Il programma è stato lanciato a Torino nel 2020: ha formato 20 ragazzi di cui 16 hanno trovato un’occupazione e recentemente è stato avviato anche a Milano. Il riconoscimento istituzionale permetterà al progetto di arrivare in altre città del territorio italiano e poi a Madrid e Parigi, dove il suo avvio è previsto per il 2022.
Il raggiungimento di questo importante traguardo è stato possibile grazie al costante ed imprescindibile supporto da parte di Reale Foundation, main donor del progetto, e di Fondazione Italiana Accenture, in partnership con Lenovo e in collaborazione con UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati in Italia, Le Wagon e il Comune di Milano.

Virginia Antonini, Responsabile Sostenibilità e Comunicazione Istituzionale Reale Group: “Siamo emozionati e orgogliosi del grande traguardo raggiunto da questo programma di innovazione sociale: si inserisce nel panorama effervescente che stiamo vivendo e che ha accelerato l’integrazione della sostenibilità nelle attività di impresa. In Reale Group crediamo che il pensare integrato con ottica prospettica anziché retrospettica per raggiungere finalità di beneficio comune, sia diventato l’unico modo di agire per modelli di sviluppo sostenibile. Non esiste più il “business as usual, deve essere un tutt’uno con la sostenibilità.”

Simona Torre, Segretario Generale di Fondazione Italiana Accenture: “Powercoders rappresenta la convergenza dei valori che stanno al centro della mission di Fondazione Italiana Accenture e della Corporate di cui è espressione: inclusione, valorizzazione del talento, skill del futuro, crescita sostenibile. Siamo quindi felici di continuare a supportare l’evoluzione di questo programma, che ha dimostrato di saper generare lavoro qualificato e ad elevato potenziale di occupazione, permettendo ad un segmento svantaggiato della nostra popolazione, quello dei rifugiati, di esprimere talento e passione per le competenze digitali. Powercoders sta offrendo ai suoi studenti la reale possibilità di cambiare vita e favorisce concretamente la diffusione di modelli di integrazione efficaci, sostenibili e che ci ispirano positivamente.”

Chiara Cardoletti, Rappresentante UNHCR per l’Italia, San Marino e Santa Sede: “Entrare a far parte del Manifesto della Repubblica Digitale è un riconoscimento importante per Powercoders, un progetto che l’UNHCR ha contribuito a sviluppare in Italia. Come UNHCR crediamo che un approccio che vede lo Stato, le imprese e le organizzazioni del terzo settore collaborare insieme ai rifugiati e alle comunità che li ospitano sia il modo più efficace per favorire i processi di inclusione sociale ed economica.”

Francesco Ecclesie, Project Manager Powercoders Italia: “Dopo solo un anno dall’inizio delle attività di Powercoders Italia, entrare a far parte del Manifesto della Repubblica Digitale, ci rende orgogliosi e ancora più consapevoli di essere sulla strada giusta. Oggi, più che mai, siamo convinti che investire nella formazione sia un fattore imprescindibile per accompagnare il processo di trasformazione digitale. Powercoders Italia perseguirà nell’ambizioso obiettivo di abilitare l’inclusione sociale tramite la formazione offrendo ai partecipanti la reale opportunità di dare una svolta al proprio futuro, personale e professionale, attraverso competenze in grado di rispondere alle attuali esigenze del mercato del lavoro. E, grazie alla sinergia con Repubblica Digitale, il programma potrà crescere su tutto il territorio nazionale promuovendo azioni concrete per favorire la competitività e il benessere del Paese.”

Pietro Parodi, Communication Specialist di Lenovo in Italia: “Lenovo è lieta di sostenere Powercoders, iniziativa di inclusione e di formazione digitale, e l’importante riconoscimento istituzionale che arriva dall’adesione al Manifesto di Repubblica Digitale testimonia il valore dell’attività della coding academy a favore dei rifugiati. La tecnologia ha un ruolo sempre più determinante nell’abilitare l’inclusione sociale, e organizzazioni come Powercoders, che aiutano i rifugiati a valorizzare le loro competenze in campo tecnologico e aggiungerne di nuove, ci aiutano a creare valore per le persone che desiderano contribuire al benessere dei Paesi che li accolgono.”